19/01/2009
Cat: News dal Mondo delle Moto

T-Max Polini


Abbiamo provato il T-Max allestito da Polini, da quest’anno impegnata nel Trofeo Nazionale Maxi Scooter.
Autodromo Daniel Bonara, Franciacorta, Brescia 28 febbraio, prima giornata di prove e primo appuntamento del trofeo Maxi Scooter. Per la stagione 2009 Polini mette in palio un montepremi a tutti i piloti che adotteranno il kit “EVOLUTION” Maxi Speed Control ed i colori della casa bresciana. Un’ottima occasione per presentare il T-Max allestito sia con il variatore sia con il nuovo impianto di scarico omologato, realizzato in acciaio inox con fondello in carbonio.
Lo scooter Yamaha è già di suo molto ben bilanciato e se vogliamo distante dal concetto di guida “scooteristica”, propria della concorrenza. Il motore bicilindrico è alloggiato in posizione avanzata, il telaio è di ispirazione motociclistica di conseguenza il comportamento dinamico di questo “best seller di vendite” è assai lontano dalla maggior parte dei maxi scooter in commercio.
Il suo propulsore poi gira rotondo, pieno e vigoroso lungo tutto il range d’utilizzo, viene facile capire il perché ci siano così tanti scooter Yamaha a darsi battaglia nel trofeo nazionale!
 
Polini poi ci mette giusto ciò che manca per adattare uno scooter con tali doti dinamiche alla pista, ossia il nuovo impianto di scarico completo, un pezzo di pregevole fattura con finiture al vertice ed un peso di soli 3,350 kg, bello da vedere e soprattutto da ascoltare. Il secondo intervento riguarda il variatore 12 rulli che si distingue per essere fornito completo di due serie di rulli di differente peso, di speciale molla di contrasto per un set-up ancora più specifico e di una semipuleggia fissa in lega d’alluminio pressofuso, ad alto tenore di silicio, per adeguare la cinghia alle nuove inclinazioni del variatore Polini.
Queste particolarità si traducono in una maggiore sportività d’utilizzo del T-Max ad ogni regime di rotazione, caratteristiche decisamente prestanti del motore, maggiore longevità, allungo ancor più incisivo.
 
Proviamo il T-Max in questa configurazione, tutto il resto è di serie come Yamaha l’ha concepito, i colori sono Polini e gli accessori stradali quali cavalletti, fari e specchi naturalmente rimossi.
 
Il comportamento dinamico rimane quindi invariato, forse leggermente migliorato grazie alla rimozione del superfluo e all’adozione dello scarico nettamente più leggero dell’originale, un impianto che migliora l’erogazione ai regimi medio alti; Sento il motore trasmettere maggiore potenza e maggiore propensione in allungo, in particolare sono i repentini apri e chiudi del gas a convincermi. Quando parzializzo per affrontare un ingresso in curva, soprattutto nel tratto centrale di questo circuito che si presenta piuttosto lento e guidato, richiamo il gas ed ecco una maggiore vivacità di risposta ed una progressione divertente ed efficace, merito anche del variatore e della trasmissione tarata per far lavorare al meglio il bicilindrico.
 
Meno favorevole è la spinta ai bassi regimi, più vuota in questa configurazione, mi trasmette qualche incertezza. Mi sembra una scelta voluta che giustifico, un terminale più libero che privilegia la potenza massima e l’allungo è certamente la scelta ideale per girare in circuito.
 
Le uniche critiche che posso alzare su questo scooter sono di dettaglio, come la sella con rivestimento scivoloso, non è il massimo quando ci si sporge fuori dal mezzo prima di impostare una traiettoria. Davvero, questo T-Max, chiamiamolo “ Step 1”, funziona davvero bene e diverte, in pista lo scopro efficace e discretamente maneggevole nel tratto misto, molto stabile e preciso sul veloce dove il motore, arricchito da Polini, divora il rettilineo box di Franciacorta.
 
Impressioni quindi positive, considerando sospensioni, gomme e freni completamente di serie. Confidenza immediata che si trasforma in fiducia, troppa perché una volta capita la pista bresciana mi sono lasciato trasportare dalla verve dello scooter Yamaha, a tal punto che, ingolosito dal cronometro inesorabile, ho chiesto troppo e la risposta è stata uno scivolone arrivato puntuale….certamente più puntuale di me?!
 
Il kit variatore Polini Maxi Speed Control:
La superficie esterna del Polini “Maxi Speed Control” è lavorata con utensili diamantati così da avere una superficie specificatamente lucida in grado di assicurare il massimo attrito alla cinghia di trasmissione per una trazione sempre costante ed assolutamente performante.
Avanzati anche tutti gli altri particolari interni del variatore: spinotto d’acciaio cementato, temprato e cromato, semipuleggia, boccola di bronzo caratterizzata da inserti autolubrificanti di grafite solida in grado di garantire uno straordinario scorrimento dello spinotto anche per lunghi periodi, riducendo quindi la manutenzione ed i relativi costi.
Codice prodotto: 241.668. Prezzo al pubblico: Euro 239,00 più IVA.
 
 
 
L’impianto di scarico Polini T-Max:
Il nuovo scarico Polini si distingue per essere realizzato interamente in acciaio inox.
Il fondello finale del silenziatore è invece in fibra di carbonio.
Si tratta di un prodotto d'elevatissimo livello tecnico e di grande qualità grazie alla scelta di utilizzare un materiale affidabile come l'acciaio inox .
Il silenziatore finale, sempre in acciaio inox, è di sezione ovale. All'interno è presente un sistema semi-diretto rivestito di materiale fonoassorbente, specifico per resistere alle sollecitazioni meccaniche e alle più elevate temperature che si creano internamente.
Il nuovo impianto scarico Polini per TMax assicura una più rapida erogazione della potenza, ottimo spunto, allungo in velocità massima.
La marmitta d’ultima generazione si presenta come la naturale evoluzione delle esperienze maturate nello sviluppo di scarichi per scooter di piccola e media cilindrata.
Il peso dell’intero impianto di scarico è di soli Kg. 3,350.
Codice prodotto 190.0013. Prezzo al pubblico: Euro 608,00 più IVA
 
 
CALENDARIO POLINI ITALIAN CUP 2009:
5 prove (salvo modifiche non dipendenti dagli organizzatori)
1 Marzo: Franciacorta (BS), alla gara sarà annessa prova Trofeo Nazionale Maxi Scooter
5 aprile: Corridonia (MC)
3 maggio: Latina (LT). Anche raduno Maxi Scooter.
6 Settembre: Viterbo (VT)
4 ottobre: Pomposa (FE
)
 
 
Casco Premier Avenger
Tuta Dainese Laguna Seca
Guanti Dainese Full Metal Racer
Stivali Tcx Competizione S
 
Foto. Alberto Cervetti